La nostra cucina

Siamo particolarmente fieri del nostro ristorante. Siamo orgogliosi della qualità dei piatti che riprendono le antiche tradizioni di Ischia, della genuinità degli ingredienti, del servizio ai tavoli sempre cortese e disponibile.
Quando diciamo: “godetevi Ischia”, non ci riferiamo soltanto agli scorci, alle passeggiate, alle terme, ai bagni nell’acqua azzurra. L’esperienza di Ischia passa anche attraverso il cibo. I piatti preparati dai nostri Chef Giovanni e Alfredo sono gli stessi piatti che le nostre nonne preparavano per le loro famiglie, su ampie tavole imbandite a festa.

La nostra è una cucina di terra e di mare, di piccoli tesori raccolti negli orti e pescati nei nostri fondali. Frutti della terra e frutti del mare, entrambi freschi, gustosi, delicati. Soprattutto, buoni.

Piatti tipici di una tradizione millenaria

Tortino di melanzane
Fette di melanzane con farcitura di speck, provola e formaggio al forno

Spigolette all’acqua pazza
Spigole piccole preparate a crudo con olio, pomodorini, basilico, prezzemolo, aglio e vino e poi infornate

Gateau di patate
Torta di patate con ripieno di formaggi, salumi, uova e mozzarella

Coniglio all’Ischitana (rivisitato)
Coniglio nostrano con pomodorini, peperoncino, aglio, cipolla e vino bianco

 

La nostra squadra in cucina

Da sinistra a destra:

Liliana: pentole e bicchieri non hanno segreti per lei.
Alfredo: il primo Chef, l’erede di Giovanni, lo Chef storico dell’Hotel.
Antonio: il secondo Chef, con gustosi guizzi di indipendenza.
Edmond: l’aiuto chef, instancabile in cucina.

La scarola ripiena

Ingredienti: scarola, olive nere, pinoli, uva sultanina, mozzarella, olio, aglio, basilico, pangrattato, formaggio parmigiano grattugiato, olio extravergine di oliva.

Sbollenta la scarola e aprirla su di un piano. A parte prepara il ripieno: fai rosolare in una padella olio e aglio tritato, aggiungi i pinoli, l’uva sultanina le olive e il basilico tritato, mescola per un po’ e aggiungi la mozzarella tagliata a dadini ; continua a mescolare fino a quando non comincia a filare, togli dal fuoco, aggiungi il pangrattato e un po’ di formaggio. Adagia l’impasto al centro della scarola e richiudila a forma d’uovo. Poni infine la scarola in una teglia, cospargi il tutto con un filo d’olio e una spolverata di formaggio e inforna a 180° per mezzora.