Caffè shakerato con acqua termale

Nei primi tempi del mio trasferimento ad Ischia visitai Nitrodi, località sulla collina di Barano, che avevo sentito rinomata per le sue acque termali specialissime.

Sebbene il contesto fosse molto rustico e piuttosto privo di comfort le cascate d’acqua che scaturivano dalle fessure delle pareti tufacee, sotto cui facevano la doccia turisti entusiasti, avevano un fascino straordinario.
E altrettanto curioso era il pellegrinaggio di isolani e frequentatori, che andavano a riempire taniche e bottiglioni di quell’acqua, tra le poche dell’isola, che si possono anche bere perché altamente curative.
La sorgente, del resto, è nota fin dal III secolo a.C. dove aveva insegnato un medico greco, tal Menippeo, che conosceva le proprietà salutari e curative dell’acqua. Un’antica lastra trovata durante gli scavi lo testimonia.
Vi tornai anni dopo incuriosita dalle notizie che trapelavano su una ristrutturazione e adattamento del sito a giardino termale attrezzato, proponendomi anche di approfondirne le notizie archeologiche. Ciò che trovai mi ha lasciata senza parole; il luogo, è stato trasformato in un giardino a piccoli terrazzamenti dove in appositi spazi si aprono, oltre ai servizi essenziali, nicchie per docce e irrigazioni, intervallati da percorsi aromatici e aree per il relax. All’ingresso una graziosa fontana è a disposizione gratuita di chiunque voglia riempire bottiglie per l’asporto dell’acqua, all’interno una graziosissima caffetteria serve qualcosa di inaspettato.
Ho chiesto un caffè shakerato e ho ottenuto una coppa di caffè freschissimo e cremosopreparato all’istante con l’acqua termale e dolcificato con miele.
Una delizia!

Maria